20071104

La salita delle “pezze” fino alla ciocca del Vigile


Ancora una splendida giornata di sole. Il sole non vuole andarsene e per
questo noi bikers gliene siamo molto ma molto grati. Viva il bel tempo.

Appuntamento come convenuto al monumento cittadino di Casamarciano-NA_ alla
canonica ora delle 9.01 e, pronti via alla volta di Palma Campania altra
cittadina ad est del Vesuvio. La strada che ci conduce è la 337 SS che va verso
il golfo di Salerno. Il paesaggio se pure autunnale, brilla di un sole estivo e
mette in ognuno la giusta allegria domenicale. Appena fuori dall’abitato di
Palma Campania svoltiamo a sinistra e da subito aggrediamo la salita da noi
nominata “delle Pezze” perché nei primi tornanti spesso vengono abbandonati ai
margini della strada le cosiddette “Balle” di stracci, qui depositati
presumibilmente da gente senza scrupoli e senza il minimo senso del rispetto
per la natura.
E’ un triste fenomeno che le Istituzioni locali dovrebbero fronteggiare,
soprattutto per evitare che altri scoscenziati nel dare fuoco alle “balle di
pezze”, procurano il principio di incendio che poi distrugge l’intera
montagna circostante. Che tristezza stamane, l’intera area era tutta bruciata
dal fuoco. Abbandoniamo l’amara constatazione dei fatti e proseguiamo nella
salita che per fortuna ci porta su di un terrazzo naturale che si sporge sull’
intera piana “Sarnese- Nocerina”.

In primissimo piano scorgiamo il Kartodromo
nazionale di grande interesse sportivo .Si svolgono li, le più importanti
gare di livello mondiale. Fa da cornice all’intera piana, il monte Faito, il
Vesuvio e nel mezzo lo splendido golfo di Castellammare, dove, troneggia la
stupenda isola di Capri. Beh, fare il biker nelle nostre zone, paga così. E
scusate se è poco. Proseguiamo la salita, qui mi lascio andare a qualche
piacevole ricordo, io sono cresciuto, proprio da queste parti.
Più sopra ci fa compagnia un ragazzo in groppa ad un bel cavallo grigio, e
nell’assieme del paesaggio l’accoppiata mountain bike-cavallo è una vera
meraviglia. Svoltiamo ancora a sinistra e da qui si comincia a fare un po’ sul
serio. La stradina diventa più impegnativa, il gruppo si sfila uno dietro l’
altro cercando il colpo di pedale giusto, affinché si possa controllare l’
equilibrio e le forze necessarie per restare in sella. Superiamo un cancello
chiuso, ma non a chiave, lo oltrepassiamo e dopo aver avuto cura di richiuderlo
ci immettiamo nella splendida pineta di “Trabucchi”. Anche qui, notiamo
purtroppo che, i frequentatori hanno lasciato ovunque le risultanze dei loro
pic-nic. Che tristezza. Saliamo ancora e dopo aver svoltato di nuovo a sinistra
raggiungiamo quota 700 (così ha ricordato l’aggeggino del buon Gianluca la traccia è da rifare,
fotografo ufficiale ndr del gruppo nonché curatore speciale del sito internet).
Grazie Gianluca. (prego ! siete magici) Arriviamo alla sbarra che impedisce il transito agli
autoveicoli e proprio di fronte a noi si erge l’ultima fatica della giornata,
la soprannominata: “ CIOCCA DEL VIGILE”. A terra si è formato un letto di
foglie autunnali, ma noi sappiamo bene che il fondo è tutto in contropendenza,
quindi, scegliamo un lato della strada ed in punta di sella aggrediamo la
salita che, in alcuni punti tocca il 20%. Anche oggi la prova viene superata
con la soddisfazione di tutti. Fa seguito il rituale della vestizione di
ognuno. I più burloni si lanciano in simpatici streep-tease a regalo dell’
allegria del gruppo. Bene ragazzi, ora ci sarà solo la meritata discesa, lunga
veloce e piena di curve, proprio come piace a noi. Da questo momento, tutti in
fila e giù in meno che non si dica.
Arriviamo nel Vallo di Lauro, esattamente situato all’opposto di dove siamo
partiti e così, anche oggi ci siamo guadagnati la meritata pagnotta.
Riprendiamo la strada di casa, qualcuno declama la pietanza domenicale che lo
attende, mentre il pensiero corre già a Domenica prossima


L’avventura non dovrà mai finire!!!!!!!!!!!!

scritto da: GennarogpsCaliendo

[photo] di Gianluca Corcione


2 commenti:

enrica ha detto...

beh!che dire un po vi invidio,deve essere bello appartenere ad un gruppo cosi!!che bel commento che foto strepitose!!che fatica!!complimenti a tutti.Enry

g:C ha detto...

Grazie Enrica!!! ma non invidiarci... prendi la bici e vieni a trovareci!!! :)