20091025

Domenica ho corso ad Amersfoort


di Vincenzo Pascarella
Nonostante la gara fosse a 20min. da casa mia e partenza alle 10:30, io alle
8:30 ero gia' li.
Verso le 9 mentre passeggiavo lungo il tracciato ho relizzato di aver
dimenticato degli occhiali da bici a casa.
Sono stato molto dibattuto nel tornare indietro a prenderli, avevo altri
occhiali ma quelli erano gli occhiali portafortuna....ma poi mi sono detto:
se mi deve andare bene, succedera' anche senza portafortuna.
Mentre passeggiavo sul tracciato, verso la fine mi sono imbattuto in un
tratto di sabbia, nel quale le scarpe affondavano completamente. Mi sono
detto, ok qui scendiamo a piedi, sicuro!
Piu' tardi mi sono abbondantemente ricreduto nel constatare la velocita' con
la quale passavamo li, soprattutto all'ultimo giro che per me e' stato
fondamentale.
Mentre stavamo per partire, il giudice ha detto qualcosa a tutti e poi ha
alzato una mano per mostrare a tutti degli occhiali.
Praticamente stava dicendo che negli spogliatoi della gara precedente
avevano trovato degli occhiali e stavano cercando il proprietario.
CASPITA, ma quelli sono i miei occhiali !!! Che culo. In pratica se fossi
ritornato a casa non li avrei trovai.
Metto in tasca gli occhiali che avevo, ho preso i miei occhiali fortunati
dal giudice e mi sono riallineato sulla partenza. Con questi presupposti,
doveva essere per forza un giorno fortunato.
Partenza divisa in batterie, nella mia eravano non meno di una 50a
Non so perche' ma alla partenza delle gare di ciclocross l'adrenalina mi
sale a 1000 e mi sento di poter andare oltre il mio limite fisico. Faccio
delle paretnze delle quali continuo a stupirmi.
La partenza si svolgeva su un lungo rettilineo di asfalto con un saliscendi
a meta' strada.
Dopo pochi metri ero primo e sono entrato nello sterrato alla fine del
rettilineo in prima posizione, a meta' circuito sono stato superato e alla
fine del primo giro mi sono riportato di nuovo in prima posizione. Ho fatto
tutto il secondo giro in prima posizione...e cosi' mi sono tolto questo
sfizio.
In testa eravamo un gruppetto di quattro e sul rettilineo del terzo giro un
po' per la scia, ma soprattutto perche' ero a manetta, sono stato superato e
mi sono accodato in quarta posizione.
I primi due sono andati via, mentre tra me e il terzo e' iniziata una
battaglia, ci siamo superati e risuperati diverse volte. Il bello del
ciclocross e' che non sei mai solo...alla precedente gara lui era arrivato
terzo e io quarto.
Dopo diversi sorpassi che ci siamo scambiati a vicenda, mi sono detto: con
questo ci devo provare all'ultimo giro.
C'era un solo tratto nel quale lui mi prendeva almeno una decina di metri,
era situato alla fine di un fettucciato sull'erba, poco prima del tratto di
sabbia e dell'arrivo.
Dovevo assolutamente prendere il fettucciato davanti.
Mentre facevo tutti questi ragionamenti, siamo passati sull'arrivo e il
giudice ha detto qualcosa a tutti gli atleti.
Mi e' venuto il sospetto che stesse annunciando l'ultimo giro, ma avevo
qulche dubbio perche' non c'era stata la campana.
Mi sono insospettito perche' il mio compagno di gara aveva bruscamente
accelerato, ma non ne ero convinto al 100% per via della campana...ma
intanto l'andatura del mio avverasio era da ultimo giro.
A meta' giro per fugare ogni dubbio gliel'ho proprio chiesto con testuali
parole: Is it the last one?
(e' l'ultimo giro?) e lui mi ha risposto YES ... ed eravamo sull'ultimo
rettilineo prima dell'ultimo fettucciato.
Prima che mi dicesse YES, stavo pedalando col 46/14....quando ha pronunciato
la lettera Y stavo col 46/13, alla lettera E stavo col 46/12 e quando ha
pronunciato la S ero in piedi sui pedali a fianco a lui col 46/11... ho
bruscamente accelrato al massimo delle mie possibilita'.
Mi sono fiondato come un kamikaze nel fettucciato, l'ho fatto pensando che
se fossi caduto avrei avuto comunque il tempo di rialzarmi e arrivare quarto
visto che dietro non avevamo nessuno a breve distanza.
La bici ha derapato un paio di volte con tutte e due le ruote, ma non mi
sono scomposto.
Mi e' andata bene...ho preso il tratto a piedi davanti a lui e ho fatto il
tratto di sabbia ad una velocita' tale che mi sembrava asfalto.

Ho chiuso in terza posizione.
In Allegato c'e' anche una foto col mio avversario
Comunque oltre alla soddisfazione di andare al massimo delle mie
possibilita', mi sto divertendo come non mai...e questa e' la cosa piu'
importante.

Ciao a tutti

(se ne parla anche qui)

20091013

1 tappa Campania Cross - Lauro 1 Novembre 2009










1 novembre 2009
Lauro (AV)
1° tappa Campania Cross
“1° Cross del Vallo”

Società organizzatrice Casamarciano MTB

PROGRAMMA
Ritrovo ore 8:00 presso zona industriale Loc. Migliano di Lauro
Verifica licenze ore 8:00 - 9:45 a seguire riunione tecnica
1° Partenza ore 10:00
2° Partenza ore 10:45 ( a seconda del numero degli iscritti si valuterà di fare la 3° partenza)

CATEGORIE
Attivita’ Promozionale Giovanissimi:
Categoria G6 (12 anni).
Agonisti:
Esordienti (m/f)
Allievi (m/f)
Junior (m/f)
Open Uomini (Elite+U23+U21)
Donne Open (Elite + U23)
Amatori:
Master Sport (19-19 anni)
Master Trenta (1-2) (30-39 anni)
Master Quaranta (3-4) (40-49 anni)
Master over (50 anni ed oltre)
Master Woman (19 ed oltre)

PREMIAZIONE:
primi 3 di ogni categoria, la gara non eroga montepremi in danaro in quanto verrà assegnato a termine del Trofeo e sarà pari a quello di una di gara regionale come da tabelle federali premi e tasse.
Tuttavia sarà riconosciuto un rimborso spese per società extra regionali con almeno 3 agonisti partenti.

PERCORSO:
Parte in sterrato e parte in asfalto, per totale Km 2,00 da ripetersi a secondo della categoria

SERVIZI:
Assistenza medica, docce, lavaggio bici, ristoro finale iscrizione € 10,00 solo amatori con pacco gara.

INFO ED ISCRIZIONI
info 331.6029825 fax 081.8240510 sito internet www.casamarcianomtb.it
e-mail: pietro.bike@libero.it
On line su www.mtbonline.it

DOVE DORMIRE:
Hotel La Certosa sito internet www.certosasangiacomo.it